Tokens24.com is your single stop for crypto

Guida alla Delegated Proof of Stake (DPOS)

Basics

Nel mondo attuale, la tecnologia sta diventando sempre più il luogo di lavoro per molte persone. Negli uffici più importanti o anche nelle più piccole imprese, la tecnologia viene incorporata per assistere nelle operazioni di business veloci e convenienti, in quanto queste operazioni possono essere effettuate da qualsiasi parte del mondo, purché esista una rete. Questo fattore di incremento delle operazioni di business richiede anche la memorizzazione digitale di tracce e record delle operazioni, in quanto è la forma più conveniente e veloce di conservazione dei documenti aziendali.

Tuttavia, questi record sono vulnerabili a essere falsificati se lasciati alla mercé di pochi individui, in quanto qualsiasi rete è accessibile a persone malintenzionate. Questo ha visto l’introduzione di un processo informatico chiamato algoritmo di consenso che viene utilizzato per raggiungere un accordo per un singolo valore di dati tra diversi individui in una particolare rete.

Algoritmo di consenso
L’algoritmo del consenso, come già detto, è un processo che mira a risolvere un problema di consenso in qualsiasi rete distribuita. In qualsiasi rete distribuita, un processo sorgente crea nodi multipli in cui in molti casi sono inaffidabili. L’algoritmo di consenso interviene per garantire che sia stato raggiunto un accordo su questi nodi al fine di creare affidabilità in ogni particolare rete.

La rete Blockchain si è avvalsa dell’algoritmo del consenso per mantenere la sua caratteristica decentrata e per fornire sicurezza e affidabilità nelle sue transazioni.  Questo processo consente agli investitori di qualsiasi Blockchain di monitorare e seguire le transazioni effettuate senza che si verifichi una doppia spesa delle criptovalute coinvolte. Crea inoltre una forma di firewall per scoraggiare le persone malintenzionate dal manomettere o replicare queste monete.

Il mondo della tecnologia Blockchain ha introdotto molte forme di algoritmi di consenso con ogni servire il suo scopo desiderato. Tali algoritmi di consenso che vengono utilizzati per proteggere queste reti includono:

Tutte queste forme di algoritmo di consenso svolgono un ruolo simile nella tecnologia Blockchain, tuttavia, ognuno di essi hanno caratteristiche speciali che ogni Blockchain considera superiore all’altro. Vedremo la robusta prova della posta in gioco delegata.

La Delegated Proof of Stake (DPoS)
Il processo di Delegated Proof of Stake è definito come un algoritmo di consenso molto affidabile, solido ed efficiente all’interno delle reti Blockchain, spesso descritto come una democrazia tecnologica. È molto importante notare che l’algoritmo della Proof of Stake è diverso da quello della Delegated Proof of Stake, in quanto funziona in modi diversi.

La Delegated Proof of Stake (DPoS) è stata l’invenzione creativa del Bytemaster Daniel Larimer, che è lo sviluppatore principale di Bitshare. Il suo obiettivo era quello di dare alle parti interessate di qualsiasi moneta il potere di votare in modo democratico sul processo di risoluzione del consenso.

Come funziona
La Delegated Proof of Stake funziona in modo tale che gli azionisti siano gli attori principali di una particolare rete Blockchain. Il voto dei testimoni spetta agli azionisti, che hanno il compito di verificare le operazioni e di produrre i blocchi. Questi testimoni ricevono i pagamenti delle tasse di transazione che sono determinati dai delegati eletti.

Gli azionisti hanno la possibilità di votare per questi testimoni al tasso di un voto per azione, così gli azionisti con la maggior parte delle monete ottengono più voti. Tuttavia, un testimone deve ottenere il maggior numero di voti dai vari azionisti e solo i primi venti sono idonei a svolgere le funzioni indicate. Questo fattore di per sé crea efficienza in quanto esercita pressioni sui testimoni affinché svolgano il loro lavoro in modo eccellente, poiché possono essere sostituiti in ogni caso in cui si comportano in modo scorretto o fraudolento.

I delegati, in questo caso, sono anche votati dagli azionisti e hanno il compito di apportare modifiche e proposte di modifica nella rete in cui gli azionisti poi rivedere queste proposte e prendere le decisioni finali e finali. Questi delegati non sono tuttavia ricompensati per i loro servizi, ma aiutano a semplificare le operazioni nella rete Blockchain particolare in cui gli sviluppatori utilizzano i loro risultati e le raccomandazioni per mettere a punto la rete.

Il sistema di verifica delegato della posta in gioco è fondamentale per garantire che i testimoni selezionati non omettano di confermare le loro transazioni in quanto rileva attivamente qualsiasi comunicazione fallita nella rete. Questo evita la doppia spesa di una transazione nel sistema e crea sicurezza nei suoi 100.000 transazioni/secondo obiettivo.

Conclusione
La rete “prova delegata della posta in gioco” si è dimostrata un sistema superiore in quanto è la rete più decentrata esistente. Ciò è dovuto al fatto che, sebbene gli azionisti abbiano il potere ultimo, nessuna singola entità può controllare il sistema, in quanto il lavoro si riduce ai delegati eletti e ai testimoni. Il lavoro continua anche quando uno o più testimoni non riescono ad operare, poiché più testimoni possono essere eletti in quella posizione assicurando una partecipazione continua al processo di creazione del blocco. In questo modo DPoS diventa lo strumento minerario più sicuro, affidabile ed economico.

Questo sistema è attualmente utilizzato nelle reti Blockchain come Bitshare, che è in funzione da più di 3 anni, e Steem, in esecuzione da più di un anno, che hanno fornito la prova che la superiorità di DPoS nel numero di transazioni eseguite e la sua caratteristica decentrata.

Leave a Reply

Please Login to comment

Newsletter

Community